CAFFE’ ESPRESSO

14 giugno 2024 - Ulteriori segni di prezzi in calo negli Usa.

La Banca del Giappone ha deciso di iniziare a tagliare gli acquisti di bond e annunciare il mese prossimo un piano dettagliato sulla riduzione del suo bilancio da quasi 5.000 miliardi di dollari, un altro passo verso l'uscita dal massiccio stimolo monetario. L'istituto - che ha lasciato come ampiamente atteso i tassi invariati - continuerà ad acquistare governativi al ritmo attuale di circa 38 miliardi di dollari al mese, ma al meeting di luglio, appunto, svelerà i dettagli del 'tapering' per i prossimi uno-due anni, una decisione che secondo gli analisti suggerisce come la BoJ sia molto cauta.

 

Lo yen (USDJPY) si indebolisce a 157,8, il cross è sui massimi da inizio maggio. Si rafforza il bond governativo decennale a 0,90%, da 0,95% del giorno prima. Al termine della riunione sulla politica monetaria la Banca del Giappone ha lasciato invariati i tassi e ha detto che dirà in luglio di quanto taglierà gli acquisti di obbligazioni.

 

Ieri l’indice FtseMib (FTSEMIB) di Milano ha chiuso in ribasso del -2,2% a 33.604 punti, sui minimi delle ultime cinque settimane. I movimenti al ribasso iniziati dopo l’annuncio delle elezioni anticipate in Francia sono proseguiti. E' possibile che il clima di incertezza possa zavorrare le borse europee fino al 7 luglio, la data del secondo turno del voto.

 

 

Sono stati ancora una volta i tech a guidare la borsa degli Stati Uniti verso altri massimi storici. Indice S&P500 (SP500) +0,2%, 28° massimo storico da inizio anno, il quarto in quattro sedute. Nasdaq (NASDAQ) +0,35%, diciassettesimo record da inizio anno.

 

 

Dietro alla nuova ondata di acquisti ci sono state le indicazioni giunte dal mercato del lavoro e dai prezzi alla produzione. Le nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione hanno toccato i massimi da agosto 2023. I prezzi alla produzione hanno registrato la flessione più ampia da ottobre.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.