CAFFE’ ESPRESSO

19 maggio 2020 - Verso una maggior condivisione del debito in Europa.

La proposta franco-tedesca di un recovery fund da 500 miliardi porterebbe un sollievo essenziale alle nazioni europee più colpite dalla crisi da coronavirus e sarebbe prova di solidarietà e aprono la strada a un'emissione di debito a lungo termine effettuata dalla Commissione europea e soprattutto permettono di attribuire aiuti diretti importanti a favore degli Stati più colpiti dalla crisi.

Le Borse dell’Asia, tutte in rialzo, si adeguano a quanto ha indicato Wall Street nella seduta di ieri.

Il tema sarà certamente al centro oggi della nuova videoconferenza del consiglio Ecofin, a cui per la Bce partecipa il vicepresidente Luis De Guindos. La presidenza croata dovrebbe fornire un aggiornamento sui lavori per la messa a punto del meccanismo 'Sure', una sorta di cassa integrazieone a livello Ue. In agenda anche la discussione sui ruoli della Bei.

Al via domani, mentre oggi è atteso l'annuncio, la prima operazione di finanziamento Bce della categoria 'Peltro', dedicato nello specifico ad affrontare l'emergenza economica della pandemia che minaccia di ostruire il canale del credito bancario. Del programma annunciato a fine aprile già si conosce il calendario: si tratta di sette operazioni -- domani la prima, il 2 dicembre l'ultima -- con l'assegnazione di fondi a scadenza tra il 29 luglio e il 30 settembre dell'anno prossimo. Rallenta nel frattempo l'acquisto settimanale di titoli da parte di Francoforte nell'ambito sia del Qe sia del 'Pepp': la settimana scorsa la Bce ha sottoscritto 43,329 miliardi dai 44,828 della precedente, con acquisti 'Pepp' in calo a 28,878 miliardi da 34,097.

Passando agli Usa, attesa nel pomeriggio l'audizione in Senato del presidente Fed, oltre che del segretario del Tesoro Steven Mnuchin. Nei giorni scorsi Jerome Powell ha detto che per una piena ripresa economica bisognerà aspettare l'arrivo di un vaccino contro il coronavirus, e ha ribadito la contrarietà ai tassi negativi, un tema che resta aperto dati l'incertezza e i timori di una seconda ondata di contagi, con i mercati monetari che iniziano a prezzare la possibilità di un loro debutto negli Usa e in Gran Bretagna.

In una giornata scarna dal lato macro, occhi sulla fiducia degli investitori tedeschi a maggio.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.