CAFFE’ ESPRESSO

18 giugno 2024 - Indicazioni da Usa ed Ue.

Restano osservati speciali i governativi francesi, pesantemente penalizzati dal terremoto politico. La Bce si mantiene focalizzata sul buon funzionamento dei mercati, si è limitata a dire ieri la presidente Christine Lagarde, mentre il capo economista Philip Lane ha sottolineato che le attuali turbolenze sui mercati obbligazionari della zona euro non sono disordinate. La dichiarazione sembra andare nella direzione indicata da alcune fonti secondo cui a Francoforte non ci sarebbe alcuna fretta di discutere un eventuale salvataggio dei titoli francesi.

 

 

 

La Banca del Giappone potrebbe alzare i tassi di interesse il mese prossimo sulla base dei dati disponibili, ha detto il governatore Kazuo Ueda, che non ha fornito indicazioni su ritmo e ammontare del 'bond tapering'.

 

 

 

L'agenda macro è scarna ma contiene spunti interessanti. Eurostat diffonderà la lettura finale dei prezzi al consumo di maggio, che a perimetro annuo dovrebbe confermare il 2,6% preliminare, mentre l'inflazione resta una questione prioritaria e la sua persistenza ha messo in forse le future mosse delle banche centrali in materia di tassi di interesse. Verrà inoltre pubblicato l'indice Zew di giugno: la fiducia delle imprese tedesche dovrebbe migliorare, salendo a 50 dal precedente 47,1.

 

Occhi nel pomeriggio su una serie di dati che possono dare indicazioni sullo stato dell'economia, come le vendite al dettaglio e la produzione industriale di maggio, mentre gli investitori si chiedono quale sarà il percorso dei tassi di interesse statunitensi.

Il dollaro è in lieve rialzo, in attesa di alcuni dati macro e di una serie di commenti di esponenti della Fed.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.