CAFFE’ ESPRESSO

10 giugno 2024 - I dati occupazionali Usa cambiano il contesto.

L’inaspettato incremento negli Stati Uniti dei nuovi occupati e delle retribuzioni orarie ha cambiato venerdì il contesto finanziario.

 

Euro (EURUSD) in calo dello 0,6% a 1,075 dopo il terremoto politico in Francia. Il partito di estrema destra di Marine Le Pen ha trionfato alle elezioni europee e il presidente Emmanuel Macron ne ha preso atto sciogliendo l'Assemblée Nationale”. La Francia entra in una fase istituzionale finora sconosciuta e densa di incognite, tutto sembra possibile in un Paese che si trova impegnato con tutte le sue forze nella preparazione delle imminenti Olimpiadi. Macron, che ha chiesto invano una "tregua olimpica" ai protagonisti dei conflitti internazionali, si ritrova in trincea all’Eliseo, senza maggioranza e con la prospettiva di dover governare con Le Pen, schieramento da sempre suo più irriducibile avversario. Nella quinta proiezione sulla composizione del prossimo Europarlamento il Partito popolare europeo (Ppe) si attesta a 189 seggi. Stabili Socialisti (S&D) e Liberali (Renew) rispetto alle proiezioni precedenti, con rispettivamente 135 e 83 eurodeputati. La maggioranza Ursula tocca 407 seggi.

 

Dopo il taglio "hawkish" della Bce annunciato la settimana scorsa, driver principale di quella entrante sarà la due giorni della Fed, che si apre domani per concludersi mercoledì.

 

Scontato che la banca centrale Usa lasci i tassi di interesse invariati, i dati forti sul mercato del lavoro giunti venerdì hanno allontanato ulteriormente un possibile allentamento monetario da parte del Fomc quest'anno.

 

Sebbene il tasso di disoccupazione sia salito inaspettatamente al 4% a maggio, dal precedente 3,9%, l'aumento oltre le attese dei nuovi payroll ha smentito le aspettative di un raffreddamento occupazionale che potrebbe aiutare l'istituto nella lotta a un'inflazione ancora vischiosa.

 

Dopo la diffusione delle statistiche, gli investitori sono passati a prezzare al 53% la probabilità di un taglio di 25 punti base a settembre dal 70% visto in precedenza. I futures, inoltre, mostrano una maggior incertezza da parte degli operatori riguardo al fatto che la Fed effettuerà più di una sola mossa di riduzione dei tassi entro la fine del 2024.

 

Parallelamente, sono state ritoccate verso il basso anche le scommesse sull'allentamento Bce - ipotizzato per un ammontare totale sceso da 58 a 55 pb da qui a dicembre - mentre la grande cautela nell'indicare una qualsivoglia guidance mostrata da Christine Lagarde ha evidenziato la difficoltà a raccogliere consenso in un momento in cui le prospettive sono poco chiare e i banchieri centrali divisi.

 

BOJ - Il governatore Kazuo Ueda ha già fornito indizi su cosa aspettarsi dalla riunione che si terrà giovedì e venerdì.

 

Parlando la scorsa settimana ha fatto sapere che sarebbe opportuno ridurre gli acquisti di obbligazioni, ancora massicci, mentre la banca centrale nipponica esce da decenni di stimoli, sottolineando che i responsabili politici si muoveranno "con cautela" sui rialzi dei tassi dopo aver effettuato a marzo il primo incremento dal 2007.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.