Tassi OIS (Overnight Index Swap)

Il tasso Ois è l’acronimo di “overnight indexed swap”. In termini estremamente sintetici e pratici può essere definito come l’accordo tra due parti che si impegnano a scambiarsi per un certo periodo predefinito, una serie di pagamenti giornalieri al tasso variabile Eonia, in contropartita di un tasso fisso (OIS). Tale tasso riflette il "livello medio atteso" del tasso interbancario overnight (Eonia) nel periodo di durata dello swap.

Lo spread tra Euribor e Ois rappresenta il premio sul rischio di un credito interbancario su un deposito a termine rispetto ad un deposito "a vista" cioè privo di rischio. Tale spread è un valido indicatore del grado di fiducia esistente sul mercato interbancario.

Proprio questo utilizzo dell’Ois come parametro da confrontare con l’Euribor lo ha reso “celebre” in questi ultimi anni di crisi di fiducia interbancaria. Era l’agosto del 2007 quando lo spread tra Euribor ed Ois iniziò ad allargarsi in maniera anomala: fu il segnale dell’inizio della crisi interbancaria che portò lo spread tra Euribor 3 mesi ed Ois 3 mesi ad una punta dell’1,85% mentre in condizioni di normalità tale spread si aggira su pochi centesimi. Da quelle punte raggiunte a fine 2008 in concomitanza con la crisi di Lehman Brothers si è passati ai 20 centesimi di oggi; siamo quindi poco distanti dalla quasi completa normalizzazione sul fronte interbancario.

Nelle nostre tabelle forniamo i tassi Ois a 1-3-6-12 mesi e i relativi spread verso il corrispondente Euribor. Nelle serie storiche si ricavano i tassi Ois da una settimana a 12 mesi. Nella reportistica quotidianamente pubblichiamo “l’indicatore di fiducia interbancario” come differenza tra Euribor 3 mesi verso Ois 3 mesi.

Inoltre volgiamo nelle tabelle di nostra pubblicazione volgiamo anche lo sguardo al futuro; dalla struttura dei tassi Ois ricaviamo i tassi impliciti Ois. Essi rappresentano le proiezioni del mercato per l’Ois 1 e 3 mesi a determinate scadenze. Costituiscono le attese sui tassi overnight e rappresentano un valido indicatore per determinare le attese sui tassi ufficiali (P/T Bce).

Lo spread atteso Euribor 3m Ois 3m indica l’evoluzione del rischio interbancario.

Sapere il livello dell’Ois e soprattutto avere sotto controllo lo spread Euribor - Ois, permette di conoscere qual è il grado di fiducia tra le banche; siccome le difficoltà tra banche prima o poi hanno una ricaduta anche sull’economia reale, possiamo affermare che lo spread Euribor – Ois, opportunamente interpretato può essere di aiuto per interpretare lo scenario macro. Infatti, seppur con le dovute cautele, l’andamento dello spread Euribor – Ois può essere visto in alcune fasi, come la predisposizione del sistema bancario a concedere credito alle imprese.

I commenti sono chiusi.