CAFFE’ ESPRESSO

24 marzo 2020 - Nuove misure Fed; G7-G20- Ecofin - Eurogruppo mobilitazione globale

Mentre il numero dei contagi nel mondo supera quota 377.000 in 194 Paesi e i morti superano i 16.500, banche centrali e governi annunciano contromisure "senza limiti" per combattere l'avanzata del coronavirus e dei suoi devastanti effetti economici. In costante contatto per coordinare gli sforzi, i ministri finanziari del G7 si sentiranno questa mattina in call per mettere a punto una risposta adeguata e tempestiva al drammatico evolversi della situazione, come caldeggiato anche dal G20 i cui leader discuteranno giovedì dell'emergenza in videoconferenza. I leader dell'Eurogruppo discuteranno in serata delle proposte della Commissione europea sull'utilizzo del fondo di salvataggio del blocco. Ieri la Fed è nuovamente intervenuta con forza affermando che acquisterà un ammontare illimitato di Treasuries e titoli garantiti da mutui e predisponendo nuovi programmi per la concessione di credito da complessivi 300 miliardi di dollari. La Bce ha acquistato nell'ultima settimana il maggior quantitativo di bond da ottobre 2017 (oltre 13 mld di euro). Secondo il segretario di Stato Usa, è "molto vicino" un mega-pacchetto di stimolo da 2.000 miliardi di dollari che deve essere votato dal Senato. La Germania ha messo sul piatto 750 miliardi di euro, mentre la cancelliera Angela Merkel è risultata negativa ad un primo tampone. Il Giappone prepara misure aggiuntive per 137 miliardi di dollari.

Il Fondo monetario internazionale ha fatto sapere che decine di Paesi in Medio Oriente e Asia centrale hanno chiesto sostegno finanziario per le ricadute economiche del virus.

 

Il mercato riprende fiato, rincuorato almeno in parte dalle decisioni della Fed mentre la volatilità permane altissima. Per lo spread si riparte da 199 punti base, per il tasso a 10 anni da 1,61%.

Occhi sulle letture flash Pmi di marzo, specie quelle relative al settore manifatturiero, in arrivo da Germania, Francia e zona euro: le attese sono per dati in brusco calo -- tutti in area contrazione -- rispetto al mese precedente, per via dell'impatto dell'epidemia di Covid-19. Numeri visti in deciso decremento anche per la stima flash Pmi di marzo in arrivo dagli Usa.

Dollaro in calo dopo le misure messe in campo dalla Fed per aumentare la liquidità.

Tassi in calo sul piano della Fed.

Rimbalzo dei prezzi dai recenti minimi.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.