CAFFE’ ESPRESSO

8 gennaio 2020 - Le tensioni geopolitiche fanno passare in secondo piano ...

Escalation nello scontro tra Usa e Iran dopo l'uccisione del generale iraniano Soleimani, con Tehran che ha lanciato un attacco missilistico contro le forze a guida statunitense in Iraq. L'Iran, che ha rivendicato l'attacco con oltre una decina di missili, ha fatto sapere che il suo intervento per vendicare Soleimani è "terminato" mentre Trump ha scritto su Twitter che è in corso una valutazione delle vittime e dei danni e che "Va tutto bene". Il presidente Usa parlerà nella mattinata statunitense attraverso una nota.

 

In attesa dell'incontro odierno tra Putin ed Erdogan a Istanbul, ieri il commissario Ue per gli Affari esteri Josep Borrell, Di Maio e i colleghi di Gran Bretagna, Francia e Germania hanno condannato le intenzioni della Turchia di inviare esperti militari e addestratori in Libia, sostenendo che le interferenze straniere stanno aumentando l'instabilità nel Paese.

 

Seduta interamente in territorio negativo quella di ieri per l'obbligazionario italiano. Lo spread Italia-Germania relativo al tratto decennale riparte da 167 punti base e da 1,39% il tasso del decennale.

 

Dopo il risultato superiore alle attese per l'indice Ism non manifatturiero di dicembre, gli invesitori si concentreranno sui numeri Adp relativi al settore privato del mese scorso, tradizionali anticipatori della statistica governativa sul mercato del lavoro in agenda per venerdì.

 

Dopo circa un anno di governi ad interim, il leader socialista spagnolo Pedro Sanchez ha ottenuto ieri, seppur di misura, l'appoggio del parlamento a un governo di coalizione che ha posto fine a un lungo stallo politico. Sanchez tuttavia potrà contare su una coalizione fragile per poter passare i provvedimenti in cantiere.

 

Rientra almeno parzialmente il balzo dello yen, giunto ai massimi di tre mesi, sulla scia della notizia degli attacchi iraniani contro gli Usa in Iraq, mentre gli investitori sembrano ridimensionarne almeno per il momento la portata.

 

La notizia degli attacchi iraniani ai danni delle basi Usa in Iraq ha avuto un analogo impatto anche sul greggio spingendo inizialmente in forte rialzo i prezzi, che hanno poi ridotto i guadagni.

 

DATI MACROECONOMICI

 

GERMANIA

Ordini all'industria novembre

ZONA EURO

Economic sentiment dicembre (11,00) - attesa 101,4.

Fiducia consumatori finale dicembre (11,00) - attesa -8,1.

 

USA

Adp, occupati settore privato dicembre (14,15) - attesa 160.000.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.