CAFFE’ ESPRESSO

3 ottobre 2018 - Nessun pericolo di crisi del debito italiano ...

Il delta tassi tra 10 e 2 anni Btp resta elevato, segno di moderata tensione a breve. Buon segno che tra le borse europee il Ftse/Mib sia quello che si sia comportato meglio con il recupero del comparto bancario dopo la pesante apertura. Probabilmente c’è stata una sovra-reazione sul comparto  bancario rispetto a quanto sta accadendo sul mercato dei titoli di stato così come avvenuto ad agosto (studi di correlazione tra andamento delle azioni bancarie e dello spread Btp-Bund).

Quando c’è tensione effettiva su un paese, la curva dei tassi è praticamente piatta oppure può essere sintomo di una imminente fase recessiva se i tassi a breve superano quelli a lungo (questa relazione comunque mostra alcuni segni di debolezza).

Un altro indicatore deve tranquillizzare gli investitori sulla capacità dell’Italia di sostenere gli oneri degli interessi ricorrenti sul debito: la durata media del debito è stata intelligentemente prolungata dai 3 anni degli anni novanta agli attuali 7 anni. Essendosi assicurato in questi anni tassi bassissimi a lungo termine ha ridotto i costi del debito che sono pari circa al 3,5% del Pil il valore minimo da decenni.

Un ulteriore parametro deve tranquillizzare: il pagamento degli interessi è circa il 15% del gettito fiscale mentre sempre nei magnifici anni ’90 quella percentuale era del 40%.

Infine si potrebbe mettere in discussione l’effettiva validità dello spread Btp- Bund; i titoli tedeschi rappresentano effettivamente un buon benchmark per le attività prive di rischio? La scarsa quantità di titoli in circolazione sembra metterlo in discussione. Un’attività free risk deve essere molto liquida: il mercato dei Bund è di circa 1,1 mila mld euro; quello dei Bond Usa 16 volte tanto. E’ logico quindi che in caso di turbolenze in un mercato globale il Bond Usa e quindi il dollaro sia visto come free risk. Attualmente i tassi Usa sono nettamente più alti di quelli italiani fino a 7 anni e simili sui 10 anni.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.