CAFFE’ ESPRESSO

1 ottobre 2018 - Btp 10 al 3,20% e Bund allo 0,48%, borse lievemente positive.

Potrebbe arrivare oggi, ma non c'è certezza al riguardo, la nota di aggiornamento al Def, di cui Tria ha anticipato alcuni dei numeri salienti ieri in un'intervista al Sole 24Ore. Oltre al già noto rapporto deficit/Pil al 2,4% l'anno fino al 2021, il ministro promette una discesa del debito/Pil di un punto l'anno per i prossimi tre anni, grazie a una crescita economica dell'1,6% nel 2019 e dell'1,7% nel 2020: stime generose rispetto a quelle dei principali previsori (concordi nell'indicare un rallentamento della congiuntura globale l'anno prossimo), le quali però non tengono conto del possibile effetto dello stimolo fiscale annunciato. Dei numeri del Nadef manca ancora quello del deficit strutturale, che Tria si era in precedenza impegnato con Bruxelles a ridurre. Tria parla inoltre di una clausola di salvaguardia sulla spesa, che consentirà di tenere sotto controllo i conti in caso di crescita inferiore alle attese. "L'equilibrio e il pareggio di bilancio rimane un nostro obiettivo fondamentale, anche se il percorso per raggiungerlo viene allungato nel tempo" dice il ministro, che smentisce inoltre di aver minacciato le dimissioni durante la trattativa sul deficit.

Si tiene in Lussemburgo la riunione dell'Eurogruppo, che sarà già da subito l'occasione di confronto diretto tra Tria e i colleghi della zona euro.

I Btp oggi partono sostanzialmente stabili sui livelli di venerdì così come lo spread. Borse leggermente positive.

Usa e Canada hanno siglato nella notte un nuovo accordo per il rilancio del trattato di libero scambio nord americano (Nafta) al termine di una trattativa tesa.

DATI MACROECONOMICI

GERMANIA

Vendite al dettaglio agosto.

GRAN BRETAGNA

Pmi manifatturiero settembre.

ZONA EURO

Pmi manifatturiero finale settembre.

Tasso disoccupazione agosto .

USA

Pmi manifatturiero finale settembre.

Ism manifatturiero settembre.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.