CAFFE’ ESPRESSO

10 settembre 2018 - Una settimana di ottimo recupero per la carta italiana.

La crescita di posti di lavoro negli Usa ha registrato un'accelerazione ad agosto, con i salari che hanno messo a segno il maggior aumento annuale in nove anni, rafforzando l'idea che l'economia abbia finora retto bene alle tensioni commerciali tra Usa e Cina. Il dato governativo degli occupati non agricoli ha visto un incremento di 201.000 unità il mese scorso. L'economia statunitense deve creare 120.000 posti di lavoro al mese per tenere il passo con la crescita della popolazione in età da lavoro. I salari medi orari hanno visto un incremento dello 0,4% ad agosto dopo il +0,3% di luglio. Il dato si riflette in un incremento annuo dei salari a 2,9% il mese scorso, il maggiore dal giugno 2009, rispetto al 2,7% di luglio. Un rafforzamento della crescita dei salari mette in evidenza un miglioramento del mercato del lavoro e rafforza le aspettative di un terzo rialzo dei tassi di interesse entro l'anno da parte della Federal Reserve in occasione del meeting di fine settembre. Il mese scorso il tasso di disoccupazione è rimasto invariato a 3,9%.

Una settimana di ininterrotto recupero per il secondario italiano. Dopo una puntata a 245 -- minimo dall'8 agosto -- lo spread tra Btp e Bund sul tratto 2028 è indicato in chiusura a 250 punti base. Riferimento per l'apertura di lunedì per il tasso decennale il livello di 2,877%. Secondo Milano Finanza di sabato il governo studia l'inserimento nella legge di Stabilità dei Cir (Conti Individuali di Risparmio), che prevedono incentivi fiscali all'investimento in titoli di Stato. Tra gli obiettivi anche la riduzione e la stabilizzazione dello spread con l'intento di travasare parte del risparmio privato sul debito pubblico. Per godere dei benefici i titoli dovranno essere mantenuti in portafoglio fino alla scadenza e i gestori non potranno scommettere al ribasso contro il debito pubblico.

Dollaro in buon recupero sui cross, in un mercato con i nervi tesi che guarda all'evolversi della sfida sui dazi. Deboli le valute emergenti e molto male il dollaro australiano.

DATI MACROECONOMICI

GRAN BRETAGNA

Stima Pil, produzione industriale e manifatturiera, bilancia commerciale luglio - attesa 0,2% mese. 0,5% trimestre e 1,4% anno per Pil, 0,2% mese e 1,1% anno per produzione industriale (10,30).

ZONA EURO

Indice Sentix fiducia consumatori settembre.

 

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.