CAFFE’ ESPRESSO

5 settembre 2018 - Ricoperture sulla carta italiana.

In tarda mattinata la lettura finale sul Pmi servizi e composito a livello di intera zona euro, che dovrebbe confermarsi sul livello della stima del 23 agosto. La lettura preliminare ha evidenziato un risultato in perfetta sintonia con il consensus per il comparto terziario (54,4 da 54,2 di luglio) e di un decimo inferiore alle attese a livello composito (54,4 da 54,3 di luglio).

L'attenzione degli investitori resta concentrata sulle tensioni commerciali mondiali. Oltre al fatto che domani potrebbero entrare in vigore dazi per altri 200 miliardi di dollari imposti dagli Usa alla Cina, oggi dovrebbero riprendere le discussioni tra Usa e Canada dopo una prima sessione conclusasi venerdì senza alcun accordo per rivedere il 'North American Free Trade Agreement' (Nafta).

Ricoperture sulla carta italiana ieri dopo le vendite degli ultimi giorni: rientrano i rendimenti Btp con il 10 anni che dal 3,20% di ieri scende a 3,05%; ancora meglio fanno i titoli a due anni. In rialzo anche la borsa italiana in controtendenza rispetto alle altre: performance del settore bancario decisamente migliore rispetto all’indice Ftse/Mib. Fermi i rendimenti di Bund e Irs mentre si increspano leggermente i tassi Usa dopo  la lettura dell’indice Ism manifatturiero decisamente migliore delle attese. Continua la fase di recupero del dollaro che approfitta della situazione di incertezza legata ai dazi e alla conseguente debolezza delle valute emergenti: l’eurousd si muove sopra 1,15.

DATI MACROECONOMICI

ZONA EURO

Pmi servizi e composito finale agosto

Vendite dettaglio luglio

USA

Bilancia commerciale luglio.

Indice Ism New York agosto.

 

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.