CAFFE’ ESPRESSO

11 maggio 2018 - L'inflazione Usa blocca il rialzo dei tassi e il dollaro.

Tassi Usa e dollaro in calo dopo la lettura più debole delle attese dell'inflazione americana di aprile. Su base mensile, i prezzi al consumo Usa sono cresciuti di 0,2% dopo +0,1% in marzo, mentre la mediana delle attese prospettava un'accelerazione di 0,3%. Su base annua il rialzo è del 2,5% in linea con le attese mentre di un decimo inferiore al consenso l’inflazione “core” al netto cioè della componente energia ed alimentare fresco. La lettura dell'inflazione ha attenuato l'ottimismo degli operatori sulla risalita dei prezzi, che permetterebbe a Federal Reserve di aumentare il ritmo delle strette sul costo del denaro. Il dollaro ha perso terreno contro euro passando da 1,187-1,188 su cui si muoveva in mattinata a 1,194-1,195. Il Bond 10 Usa scende a 2,96% da 3,02%; il calo dei tassi Usa post dato cpi, non muove il Bund e l’Irs; il primo si attesta allo 0,54% il secondo all’1% sulla scadenza decennale. Vendite sui Btp con il rendimento che sale a 1,9% e lo spread a 136 bps; l’allarme lanciato ieri da Bankitalia sui conti pubblici ha pesato.

 

DATI MACROECONOMICI

USA

Stima fiducia consumatori Università Michigan maggio

ASTE DI TITOLI DI STATO

ITALIA

Btp 3 anni scadenza 15/4/2021, cedola 0,05%; Btp 7 anni scadenza 15/5/2025, cedola 1,45%; Btp 15 anni scadenza 1/9/2033, cedola 2,45%.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.