CAFFE’ ESPRESSO

10 maggio 2018 - Le tensioni geopolitiche portano il petrolio ai max dal 2014.

Tassi in salita sia in Europa sia negli Usa in attesa del dato sull’inflazione americana attesa nel pomeriggio. Il Btp in tensione con lo spread che sale a 137 bps.

Le tensioni geopolitiche non stanno condizionando più di tanto i mercati se non le quotazioni petrolifere che salgono ai massimi da fine 2014 in vista dell'introduzione di nuove sanzioni contro l'Iran annunciata da Trump, dopo l'abbandono dell'accordo sul nucleare.

Il governatore di Banca del Giappone Kuroda ha affermato che l'istituto centrale potrebbe aprire un dibattito sulle condizioni per l'uscita dall'attuale orientamento ultra-espansivo se miglioreranno le prospettive di raggiungere il target d'inflazione ma ha definito prematuro indicare una tempistica.

L’eurousd dopo i minimi di ieri a 1,182 perde leggermente terreno e oggi oscilla tra 1,185 e 1,1875. Investitori in attesa dei numeri sui prezzi al consumo di aprile che potrebbero mostrare un'accelerazione dell'inflazione.

DATI MACROECONOMICI

USA

Prezzi consumo aprile

Redditi reali settimanali aprile

Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.