CAFFE’ ESPRESSO

13 marzo 2018 - Inflazione Usa e aste italiane.

Sul fronte macro, il dato destinato a catalizzare l'attenzione degli investitori alla ricerca di indicazioni sulle prossime decisioni di Federal Reserve è quello dell'inflazione Usa. Le attese degli economisti prospettano un'indice 'core' stabile all'1,8% su base annua a febbraio. Una sua accelerazione potrebbe incoraggiare la Fed ad intraprendere un ritmo più aggressivo nel percorso di aumento del costo del denaro. Nelle ultime settimane, da quando alle redini della banca centrale è salito il neo governatore Powell, il mercato ha cominciato a prezzare lo scenario, sebbene ancora minoritario, di quattro interventi sui tassi entro fine 2018.

Yen sotto pressione, a causa dell'ultimo scandalo politico che ha coinvolto il governo giapponese. Le vicende di Tokyo pongono dubbi sulla capacità del premier Abe di proseguire con la propria strategia economica, che include l'ampio supporto monetario da parte della Banca del Giappone.
Tornano a scendere i governativi Usa nelle contrattazioni della mattinata dopo il rialzo di ieri, con rendimenti che si confermano prossimi ai massimi da diversi anni, in particolare da oltre quattro per quello a 10 anni. Il benchmark decennale Usa rende il 2,90%; lo scorso 21 febbraio il rendimento ha toccato 2,96%, il livello più alto da gennaio del 2014.

Entra nel vivo con il segmento a medio-lungo la tornata di collocamenti di fine mese, la prima del dopo elezioni, con il Tesoro che mette a disposizione fino a 8,75 miliardi di euro in Btp a 3, 7, 15 e 30 anni. Tra i titoli offerti spicca il nuovo benchmark maggio 2025, cedola 1,45%, per un importo compreso tra 3,5 e 4 miliardi di euro. Il nuovo Btp 7 anni in chiusura sul mercato grigio Mts offriva un rendimento a 1,51% (che rappresenterebbe il massimo da ottobre) contro 1,43% del rendimento di assegnazione del vecchio benchmark novembre 2024 nell'asta di fine febbraio.

Con l'Interim Economic Outlook in arrivo in mattinata, l'Ocse aggiornerà le previsioni di crescita sulle principali economie mondiali. Per quanto riguarda l'Italia, le ultime stime, fornite lo scorso novembre, indicano una crescita del Pil di 1,5% quest'anno e dell'1,3% il prossimo.

DATI MACROECONOMICI

USA
Prezzi al consumo febbraio .
Guadagni settimanali reali febbraio

ASTE DI TITOLI DI STATO
ITALIA
Tesoro offre 2-2,5 miliardi nona tranche Btp a 3 anni scadenza 15/10/2020, cedola 0,20%; 3,5-4 miliardi nuovo Btp a 7 anni scadenza 15/5/2025, cedola 1,45%; 1,750-2,250 miliardi seguenti due titoli: ottava tranche Btp a 15 anni scadenza 1/9/2033, cedola 2,45% e dodicesima tranche Btp a 30 anni scadenza 1/3/2047, cedola 2,70%.

USA
Tesoro offre 13 miliardi di dollari titoli di Stato a 30 anni, scadenza 15/2/2048.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.