CAFFE’ ESPRESSO

6 marzo 2018 - Decisamente composta la reazione dei btp al voto.

La reazione del mercato obbligazionario italiano all'esito del voto è stata poco significativa. Il rendimento del decennale italiano è al 2,1%, mentre lo spread con l'analoga scadenza del Bund, dopo una fiammata a 154 punti base, massimo da metà gennaio, si attesta a 145 bps circa.
Sul finale della seduta asiatica il dollaro conferma un modesto recupero nei confronti dello yen, risalendo dal minimo degli ultimi 16 mesi grazie al rientrare al leggero rientro dei timori di una guerra commerciale legata alla proposta di dazio Usa su acciaio e alluminio.
Confermano il recupero i derivati sul greggio, mettendo a segno la terza seduta consecutiva di risalita della quotazioni grazie alle incoraggianti stime sulla domanda e alla determinazione con cui i paesi Opec e i principali alleati al di fuori del cartello stanno applicando i tagli alla produzione.

DATI MACROECONOMICI

USA
Ordini beni durevoli a gennaio.

ASTE DI TITOLI DI STATO
Gilt 2047, cedola 1,5%.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.