CAFFE’ ESPRESSO

9 gennaio 2018 - Borse ancora positive, prezzo del petrolio in rialzo, balzo dello yen, poco mossi i tassi.

Borse ancora positive, prezzo del petrolio in rialzo, balzo dello yen, poco mossi i tassi. Si presenta così la giornata sui mercati finanziari.

L’evento principale è sicuramente la decisione a sorpresa dell'istituto centrale nipponico di ridurre  il ritmo dei suoi acquisti in governativi con scadenza residua tra 10 e 25 anni e quelli con scadenza residua tra 25 e 40 anni di 10 miliardi di yen ciascuna rispetto alle precedenti operazioni. Lo yen recupera dopo diverse sedute negative e nonostante le borse siano positive.

Prezzi del greggio in rialzo con gli operatori che scommettono su ulteriori rincari come conseguenza dei tagli alla produzione decisi dall'Opec.

In arrivo da Eurostat la stima dei disoccupati di novembre per cui le attese proiettano una lettura grosso modo in linea con quella del mese precedente: 8,7% rispetto all'8,8% di ottobre. Un'ora prima del dato europeo verrà diffuso quello relativo all'Italia sempre per lo stesso mese.
Particolarmente robusta la lettura della produzione industriale di novembre che si è attestata a 3,4% a fronte di attese per +1,8% su mese dopo la flessione di 1,4% registrata a ottobre.

DATI MACROECONOMICI

ZONA EURO
Tasso disoccupazione novembre

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Germania 500 mln euro titoli Stato indicizzati a inflazione (aprile 2046).
Gran Bretagna, Gilt 2027, cedola 1,25%.

USA
3 anni, scadenza 15/1/2021.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Zona euro, riunione consiglio Bce, no annuncio tassi.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.