Caffé Espresso

Una tazzina di notizie finanziarie

24 maggio 2019 – Indici Pmi Usa inferiori alle attese.

L’indice IFO sul clima per gli affari in Germania, in maggio scende sui minimi degli ultimi quattro anni e mezzo a 97,9, da 99,2 di aprile: il consensus si aspettava 99,1. C’è però un minimo di fiducia sulla seconda parte dell’anno: l’Ifo calcolato sulle aspettative tiene le posizioni di aprile a 95,3. L’indice Pmi tedesco manifatturiero delude (44,3) mentre il settore servizi si stabilizza. In Europa non è molto diverso: la manifattura è a 44,7 (attese 48,2) e rimane quindi in territorio che segnala contrazione dell’attività economica, mentre sopra 50 (52,5) è il settore servizi. Migliori delle attese i dati Pmi francesi. Complessivamente è soprattutto il settore manifatturiero a patire ed in particolare quello tedesco legato all’automotive.

I Pmi Usa sia manifatturiero sia servizi sono scesi rispetto alla rilevazione precedente e decisamente sotto le attese: si portano appena sopra la soglia di 50 spartiacque tra contrazione e crescita.

Il presidente Donald Trump ha detto che i problemi con il gigante cinese delle tlc Huawei, che ha definito "molto pericoloso", potrebbero essere risolti nell'ambito dell'accordo commerciale con Pechino.

Sale la pressione su Theresa May mentre torna a crescere l'incertezza intorno all'uscita di Londra dall'Ue, con i sondaggi pre-elettorali che danno i conservatori di May schiacciati dal Brexit Party di Nigel Farage. Oggi la premier britannica dovrebbe annunciare la data delle sue dimissioni, dice la Bbc.

Dopo una partenza in calo, la carta italiana ieri ha ridotto buona parte delle perdite: dalle minute Bce è infatti emerso un calo della fiducia in una ripresa della crescita. Lo spread Italia-Germania si è fermato a 277 punti base e il tasso del decennale di riferimento a 2,64%.

Il dollaro ritraccia dai massimi da due anni sul calo dei rendimenti dei Treasuries, per il crescente timore degli investitori che il conflitto commerciale tra Washington e Pechino possa danneggiare l'economia Usa.

DATI MACROECONOMICI

GRAN BRETAGNA

Vendite al dettaglio aprile

USA

Beni durevoli aprile

► continua

23 maggio 2019 – Ricca agenda macro con Ifo e Pmi Ue ed Usa …

► continua

22 maggio 2019 – Oggi riflettori sulle minute Fed …

► continua

21 maggio 2019 – Nuove previsioni Ocse in giornata.

► continua

20 maggio 2019 – Tanta politica pochi dati …

► continua

15 maggio 2019 – Denso calendario macro su cui svetta il Pil Ue.

► continua

14 maggio 2019 – Le borse tentano un recupero grazie a Fed e Trump.

► continua

13 maggio 2019 – Rischio impasse sul negoziato Usa-Cina.

► continua

10 maggio 2019 – Oggi riflettori sull’inflazione Usa in attesa di sviluppi sui dazi.

► continua

9 maggio 2019 – Dazi sempre in primo piano.